elipse-right elipse-left

I peggiori rimedi casalinghi per lo sbiancamento dei denti

A cura di Emoform

Molti di noi sognano di avere un sorriso luminoso e bianco, ma ciò può portare a effettuare esperimenti casalinghi che possono risultare dannosi per la salute dei denti. In questo articolo, esploreremo i peggiori rimedi casalinghi per lo sbiancamento dei denti, svelando i rischi che comportano. La salute dei tuoi denti è importante e la nostra missione è informarti sui pericoli che si nascondono dietro a pratiche discutibili. Continua a leggere per scoprire cosa dovresti evitare nel tuo percorso di sbiancamento denti.

Limone

L’acido del limone

Il limone è spesso citato come un rimedio naturale per sbiancare i denti. Tuttavia, il suo elevato contenuto di acido non fa che danneggiare lo smalto dentale. Esso infatti non sbianca, semplicemente erode la superficie del dente, rimuovendo si delle macchie superficiali, ma creando comunque un danno irreversibile allo smalto dentale, che risulterà più poroso.

Il risultato a lungo termine

Sebbene il limone possa inizialmente dare un’apparenza più bianca ai denti, l’effetto termina rapidamente. Inoltre, l’acido del limone può contribuire alla decolorazione a lungo termine dei denti, poiché rendendoli più porosi, li rende più assorbenti per le macchie.

Bicarbonato di sodio

L’abrasività del bicarbonato

Molti credono che spazzolare i denti con bicarbonato di sodio possa sbiancarli. Tuttavia, il bicarbonato è abrasivo e può danneggiare lo smalto dentale, causando ulteriori problemi.

Effetti collaterali

L’uso eccessivo di bicarbonato di sodio può portare a sensibilità dentale, irritazione delle gengive e danni permanenti allo smalto, il che può risultare controproducente.

Il carbone attivo

Una moda rischiosa

Il carbone attivo è diventato popolare come rimedio casalingo per sbiancare i denti. Tuttavia, la sua efficacia è dubbia, e i rischi sono notevoli.

Abrasività e potenziali danni

Il carbone attivo è estremamente abrasivo e, come il bicarbonato, può danneggiare lo smalto dentale. Inoltre, può causare macchie permanenti sui denti se usato in modo errato.

L’aceto di mele

L’acidità dell’aceto

L’aceto di mele è spesso suggerito per sbiancare i denti. Ma, simile al limone, l’acidità dell’aceto può erodere lo smalto dentale e causare danni irreparabili.

Rischi per le gengive

L’aceto di mele può anche irritare le gengive, portando a sanguinamento e scompensi nella salute orale.

Tutti questi rimedi casalinghi danneggiano la superficie del dente, poiché rendono lo smalto più assorbente per nuovi pigmenti e lo assottigliano, rendendo così più visibile il tessuto sottostante, la dentina, che essendo più scuro farà risultare il dente più giallo.

Emoform consiglia

Se desideri sbiancare i tuoi denti, è fondamentale evitare questi rimedi casalinghi rischiosi. Invece, consulta un professionista dentale per opzioni sicure ed efficaci. La tua salute dentale è preziosa, e prevenire danni è essenziale per mantenere un sorriso radiante. Ricorda, la soluzione migliore è sempre quella raccomandata da un dentista esperto. Nel frattempo proteggi il tuo sorriso luminoso con il dentifricio in gel Neo Emoform® Whitening.