Dopo la pulizia dei denti ho ancora le gengive gonfie, è normale?

Maria Teresa C.

Roma

DOMANDA COMPLETA

A maggio 2019 sono andata dal dentista per la pulizia dei denti come ogni anno (dall’ortopanoramica fatta per una carie, sono risultati segni di parodontopatia anche se non ho alcun sintomo). Il dentista (appena specializzato, giovane) mentre mi puliva i denti mi ha fatto molto male in un punto e a distanza di 9 mesi ho ancora, in quel punto, la gengiva rossa e un po’ gonfia. Poi mi ha fatto il metodo vector (durante il trattamento è uscito un po’ di sangue!) e fino ad ottobre ho avvertito quasi dolore spazzolando i denti. Che ne pensate? Si toglierà quell’arrossamento e gonfiore? Il metodo vector in mani poco esperte è pericoloso?

Risposta:

Gent.ma Sig.ra Maria Teresa,

la malattia parodontale è in genere asintomatica, quando presente è facile che si formino “tasche parodontale” vicino ai denti dove si accumulano eccessive quantità di placca e tartaro che, quando rimosse, determinano un fisiologico sanguinamento gengivale (non è anomalo che durante l’igiene più o meno approfondita sanguinino le gengive).
La sintomatologia è legata al fatto che più tempo passa tra una pulizia e l’altra, più tartaro e placca si accumulano, più la tasca si approfondisce e la gengiva diventa rossa e gonfia, è tutto ciò comporta una scopertura della radice del dente che resta sintomatica anche al solo spazzolamento. Il metodo vector e tante altre tecnologie sono molto sicure quando usate correttamente, il che non dipende dall’esperienza, ma dalla preparazione del professionista.

Grazie per averci contattato.

Ti potrebbe interessare

Protuberanze scure all’interno della bocca, cosa sono?

Gent. Sig. Marco, inizierei a rivolgermi ad un odontoiatra, a volte sono normali pigmentazioni (esempio: le efelidi) presenti da tempo e mai notate che col tempo possono aumentare e attirare l'attenzione. In alternativa può richiedere ...

Sento dolore e gonfiore a guancia destra e denti, cosa può essere?

Gent.ma Sig.ra Roxana, la diagnosi è data da: anamnesi, esame obiettivo ed esami diagnostici. Direi che il gonfiore può far pensare ad un'infezione dentaria, la localizzazione ad un'infiammazione dell'articolazione del processo coronoi...

L’unica cura per la parodontosi è l’estrazione del dente?

Gent.ma Sig.ra Maria, l'estrazione degli elementi dentari è solo l'ultimo passaggio, prima dell'estrazione ci sono diverse terapie cui sottoporsi che possono procrastinare l'estrazione dei denti. La cosa più utile è mantenere un livell...

Sono in gravidanza, posso estrarre il dente del giudizio?

Gent.ma Sig.ra Federica, purtroppo, probabilmente quello è un dente del giudizio in inclusione mucosa, può causare ascessi in qualsiasi momento. A termine gravidanza bisognerebbe sicuramente procedere con l’estrazione. Non è possibile ...

Quali antibiotici in caso di parodontite cronica?

Gent.ma Sig.ra Loredana, non è indicata l’assunzione di antibiotici per somministrazione orale in caso di malattia parodontale tranne in rarissimi casi che però valuta il dentista dopo una visita specialistica. Grazie per averci con...

Alitosi a causa dell’apparecchio fisso, come risolvere?

Gent. Sig. Fabrizio, le terapie ortodontiche normalmente durano qualche mese e necessariamente inducono variazioni nell’alimentazione (sia per dolorabilità legata al movimento dentale, sia per i fastidi legati alle difficoltà igieniche...

Come trattare le gengive irritate?

Gent.ma Sig.ra Lilia, Le gengive irritate possono essere trattate innanzitutto individuando la causa che ne determina l’irritazione ed allontanandola, generalmente si tratta di un accumulo eccessivo di placca e tartaro che deve necessa...

Quali prodotti per la parodontopatia?

Gent. Sig. Giovanni, la Parodontopatia diffusa necessita di cure professionali periodiche e l’utilizzo di prodotti specifici indicati dal dentista curante. Spesso collutori con clorexidina vengono consigliati, ma è il curante che, vist...