Dopo l'otturazione di due colletti dentali ho dolore, cosa devo fare? - Emoform

Dopo l’otturazione di due colletti dentali ho dolore, cosa devo fare?

Maria Teresa F.

Roma

DOMANDA COMPLETA

Il mio dentista mi ha otturato due colletti gengivali scoperti arcata superiore un canino un premolare. Questo intervento mi è stato consigliato per prevenire eventuali danni, io prima dell’intervento non avevo nessun disturbo né sensibilità al caldo o al freddo. Ora a dieci giorni dall’intervento ho ancora le gengive arrossate e forti dolori. Il dentista mi ha detto che l’unico modo per salvare i denti è devitalizzarli. Prima dell’otturazione avevo due denti con il colletto scoperto ma sani e senza nessun fastidio, ora mi ritrovo con due denti o da devitalizzare o da estrarre. Cosa mi consigliate di fare?

Risposta:

Gent.ma Sig.ra Maria Teresa,

Sicuramente avrebbero iniziato a dare fastidio di lì a poco anche se il dentista non li avesse curati. Probabilmente è stato un tentativo estremo di proteggere il nervo quasi scoperto dal colletto eroso. La sensibilità post operatoria (dolore a stimolazione come durante la masticazione o con acqua fredda…) può durare fino a 15 giorni dopo le cure e in alcuni casi anche di più. Per una settimana non utilizzi quel lato della bocca e per un paio di sere consecutive prenda un antinfiammatorio. Qualora il fastidio persistesse, incompatibilmente con la vita quotidiana, e si presentasse anche senza stimoli, proceda con devitalizzazione e protesizzazione.

Grazie per averci contattato.

Ti potrebbe interessare

Mi è stata sostituita una vecchia otturazione usando la diga, o meglio quell’attrezzo di metallo che serve a isolare il dente immagino e ora ho dolore fra i denti e le gengive viola nel mezzo e mi sento in parte come se fosse ancora un poco anestetizzato intorno dopo diverse ore. Devo preoccuparmi?

Gent.ma, ci sentiamo di tranquillizzarla perchè questo indolenzimento è comune e in genere transitorio. Suggeriremmo l'utilizzo di un prodotto topico lenitivo per un paio di giorni e le consigliamo di prendere un appuntamento di control...

Come risolvere il problema delle gengive infiammate e la tasca gengivale?

Gent.ma Anna, l'infiammazione gengivale è causata dalla presenza di placca batterica e/o tartaro e peggiorata da fattori concorrenti, quali carie, margini incongrui o condizioni sistemiche. Se trascurata, può portare alla formazione di ta...

Potrei sapere quale dentifricio e collutorio utilizzare soffrendo di parodontite?

Gent.ma Norma, la malattia parodontale,opportunamente diagnosticata,va gestita con approccio periodico professionale e un’adeguata igiene orale, eseguita con prodotti specifici consigliati dal dentista e/o igienista dentale che la seguono...

Il giorno 22 sono stato dal dentista per il solito controllo annuale.

Gent.mo Massimiliano, Il parere prescindendo da una valutazione clinica in questi casi diventa difficilmente preciso. Pertanto, le consigliamo di seguire le indicazioni del suo dentista o laddove lo ritenga opportuno per mancata effica...

Credo di soffrire di alitosi ma non credo che il problema sia solamente orale.

Gent.ma Francesca, l’alitosi può originare dalla presenza di aree di accumulo batterico dentò-gengivali, dal pavimento linguale o anche da alterazioni/problematiche del tratto gastro esofageo. È opportuno partire da una visita odontoia...

Ho problemi di recessione gengivale. Cosa potrei assumere per rinforzare le mie gengive?

Gent.ma Antonella, I problemi di recessione gengivale possono avere cause di vario genere. Spesso addirittura, risultano essere l’esito di traumi autoindotti durante uno spazzolamento non adatto, altre volte esito di un processo infiam...

Infiammazione dove ancora non è spuntato il dente del giudizio, può essere pericoloso?

Gent.ma Daniela, problematiche annesse all'eruzione (l'uscita) dei denti del giudizio sono molto frequenti e spesso, a causa della mancanza di spazio, vengono a crearsi infiammazioni della gengiva intorno con pericoronite o tasche paro...