Gravidanza e gengive ritirate, cosa fare?

Gravidanza e gengive ritirate, cosa fare?

Valentina M. Palermo

DOMANDA COMPLETA

Ho 33 anni, sono in gravidanza e ho le gengive tirate. Inoltre ho ancora un dente da latte e mi si muove, ma non c’è il dente sotto, cosa devo fare?

Risposta:

Gent.ma Sig.ra Valentina,

la gravidanza comporta uno squilibrio ormonale che può aggravare infiammazioni gengivali e/o malattie parodontale misconosciute. Se non ha mai fatto prevenzione ogni 6-12 mesi dal l’odontoiatra di fiducia, ed in particolare nei mesi precedenti la gravidanza (ginecologa e medico di base dovrebbero raccomandare la cura del cavo orale), è bene che si faccia visitare.
I denti da latte verso i 30 anni sono destinati ad essere persi perché non hanno radici, se il dente definitivo sotto non c’è e quello da latte cade, dovrà trovare col dentista curante la soluzione protesica più adatta alle sue esigenze per evitare di lasciare uno spazio vuoto che comprometterebbe soprattutto nel lungo periodo, tutta la masticazione.

Grazie per averci contattato.

Potrebbero interessarti

L'esperto risponde

Hai una domanda sulla salute della tua bocca?

Emoform in collaborazione con l'Istituto Stomatologico Italiano ti fornisce tutto il supporto di cui hai bisogno.

a cura di

ISI

L’ISI, Istituto Stomatologico Italiano, dal 1908 rappresenta la storia dell’Odontoiatria italiana.
E' il punto di riferimento costante tra lo sviluppo di competenze scientifiche e le esigenze e le cure dei pazienti.