Gengivite che non passa, potrebbe essere carenza di vitamine?

Serena T,

Aci Catena

DOMANDA COMPLETA

Sono molto preoccupata e a causa del covid-19 non posso nemmeno prendere un appuntamento con il mio dentista. Vi espongo il mio problema, sperando in una soluzione.
Circa 6 mesi fa ho avuto problemi di gengivite, dopo una pulizia dentale da parte del dentista mi è stato detto di utilizzare un gel alla clorexidina. Dopo due settimane sono tornata e mi è stato detto che la situazione era migliorata e che avrei dovuto smettere la terapia con clorexidina. Dalla panoramica è risultato un lieve abbassamento dell’osso ai denti inferiori. Così oltre alla pulizia dentale mi è stato fatto anche un “curettage” (non so se si scriva così) e il dentista mi ha detto che dentro era tutto pulito.
Ad oggi il mio problema è che continuo ad avere problemi di gengivite, e non riesco in alcun modo a farla passare. Ho un’ igiene orale accurata. Lavo i denti tre volte al giorno con spazzolino elettrico e filo interdentale. Ma la situazione non migliora. Poi ho anche la bocca sempre secca e screpolata…e questo mi reca anche più fastidio perché oltre alle gengive sento anche bruciore alla bocca.

La mia domanda è: cosa posso fare per curare questa gengivite? non ne posso davvero più e sono anche preoccupata
visto che non posso nemmeno farmi visitare con la quarantena in corso. Avevo pensato che potesse essere anche una carenza di vitamine, visto che la mia igiene è corretta e 6 mesi fa non mi è stato trovato nulla di grave al parodonto. Vi prego spero in un vostro aiuto. Vi ringrazio in anticipo.

Risposta:

Gent.ma Sig.ra Serena,

può essere che vi sia una carenza di vitamine B associata al l’esigenza di una nuova seduta di igiene orale (sarebbe da fare ogni 6 mesi almeno) che però dovrà procrastinare aspettando che l’emergenza coronavirus rientri.
Dovrebbe controllare anche l’alimentazione in quanto la carenza di acido folico (verdure a foglia verde) e carne possono condizionare negativamente il metabolismo delle vitamine B.

Grazie per averci contattato.

Ti potrebbe interessare

Protuberanze scure all’interno della bocca, cosa sono?

Gent. Sig. Marco, inizierei a rivolgermi ad un odontoiatra, a volte sono normali pigmentazioni (esempio: le efelidi) presenti da tempo e mai notate che col tempo possono aumentare e attirare l'attenzione. In alternativa può richiedere ...

Sento dolore e gonfiore a guancia destra e denti, cosa può essere?

Gent.ma Sig.ra Roxana, la diagnosi è data da: anamnesi, esame obiettivo ed esami diagnostici. Direi che il gonfiore può far pensare ad un'infezione dentaria, la localizzazione ad un'infiammazione dell'articolazione del processo coronoi...

L’unica cura per la parodontosi è l’estrazione del dente?

Gent.ma Sig.ra Maria, l'estrazione degli elementi dentari è solo l'ultimo passaggio, prima dell'estrazione ci sono diverse terapie cui sottoporsi che possono procrastinare l'estrazione dei denti. La cosa più utile è mantenere un livell...

Sono in gravidanza, posso estrarre il dente del giudizio?

Gent.ma Sig.ra Federica, purtroppo, probabilmente quello è un dente del giudizio in inclusione mucosa, può causare ascessi in qualsiasi momento. A termine gravidanza bisognerebbe sicuramente procedere con l’estrazione. Non è possibile ...

Quali antibiotici in caso di parodontite cronica?

Gent.ma Sig.ra Loredana, non è indicata l’assunzione di antibiotici per somministrazione orale in caso di malattia parodontale tranne in rarissimi casi che però valuta il dentista dopo una visita specialistica. Grazie per averci con...

Alitosi a causa dell’apparecchio fisso, come risolvere?

Gent. Sig. Fabrizio, le terapie ortodontiche normalmente durano qualche mese e necessariamente inducono variazioni nell’alimentazione (sia per dolorabilità legata al movimento dentale, sia per i fastidi legati alle difficoltà igieniche...

Come trattare le gengive irritate?

Gent.ma Sig.ra Lilia, Le gengive irritate possono essere trattate innanzitutto individuando la causa che ne determina l’irritazione ed allontanandola, generalmente si tratta di un accumulo eccessivo di placca e tartaro che deve necessa...

Quali prodotti per la parodontopatia?

Gent. Sig. Giovanni, la Parodontopatia diffusa necessita di cure professionali periodiche e l’utilizzo di prodotti specifici indicati dal dentista curante. Spesso collutori con clorexidina vengono consigliati, ma è il curante che, vist...