Come mai ho dolore, gonfiore e sensibilità dopo l’otturazione estetica al colletto? Il dente è sano

Come mai ho dolore, gonfiore e sensibilità dopo l’otturazione estetica al colletto? Il dente è sano

Barbara C. Robbiate

Domanda Completa:

Come mai ho dolore, gonfiore e sensibilità dopo l’otturazione estetica al colletto? Il dente è sano.

Risposta:

Gent.ma Sig.ra Barbara,

è importante tenere presente che un’otturazione estetica al colletto viene eseguita sia per motivi estetici che funzionali in quanto protegge l’area dentale erosa ed evita il continuo progredire della lesione in direzione del nervo. Dal punto di vista tecnico l’esecuzione di un’otturazione è comunque un evento traumatico per un dente in quanto vengono utilizzate frese per preparare la cavità ma anche per lucidare il dente una volta finita l’otturazione. L’utilizzo di tali frese può determinare una sollecitazione del dente (quindi stimolazione del nervo) non percepita al momento perché spesso l’otturazione viene eseguita sotto anestesia, che può comportare, in alcuni casi, una sensibilità post operatoria transitoria che si risolverà in qualche giorno e/o settimana. L’unica perplessità che resta riguarda il gonfiore da lei riferito. Sarebbe importante capire se tale gonfiore resta confinato ai tessuti molli, cosa normalissima dopo un intervento a carico di un colletto che è a stretto contatto con la gengiva, oppure se coinvolge anche tutto il supporto parodontale e si è verificato a carico dell’osso alveolare. Ideale sarebbe la visita da uno odontoiatra il quale possa inquadrare la situazione e pertanto fornire una diagnosi cui seguiranno poi le scelte terapeutiche.

Grazie per averci contattato.

Potrebbero interessarti

L'esperto risponde

Hai una domanda sulla salute della tua bocca?

Emoform in collaborazione con l'Istituto Stomatologico Italiano ti fornisce tutto il supporto di cui hai bisogno.

a cura di

ISI

L’ISI, Istituto Stomatologico Italiano, dal 1908 rappresenta la storia dell’Odontoiatria italiana.
E' il punto di riferimento costante tra lo sviluppo di competenze scientifiche e le esigenze e le cure dei pazienti.