Con la chirurgia si può guarire definitivamente dalla piorrea? - Emoform

Con la chirurgia si può guarire definitivamente dalla piorrea?

Domanda Completa:

Salve mi chiamo Silvia ed ho 37 anni e tempo fa mi è stata diagnosticata una piorrea! Non avevo avuto sintomi particolari se non un po’ di sanguinamento gengivale e alitosi. Mi sono sottoposta a curettage ed ora la situazione è migliorata. Attualmente il mio dentista mi ha sconsigliato un intervento chirurgico ricostruttivo. Quello che volevo sapere è se è possibile che la malattia degeneri senza apparenti segnali come in precedenza. Non sarebbe meglio sottopormi subito all’intervento ricostruttivo? Con questo posso guarire completamente? Grz!

 

Risposta:

Gent. Sig. Silvia, la “piorrea” ovvero la malattia parodontale è una malattia cronica multifattoriale. Purtroppo la sintomatologia è subdola, spesso poco chiara al paziente e quando diventa manifesta il danno ai tessuti di sostegno del dente è già ben presente. A secondo della tipologia del difetto anatomico che risulta dalla malattia il parodontologo può optare per terapie resettive o ricostruttive. Ciò che il paziente deve capire è che le manovre di igiene domiciliare giocano un ruolo fondamentale nel debellare o nel mantenere sotto controllo la malattia. Inoltre le visite di richiamo dal proprio igienista e parodontologo sono e saranno per tutto il resto della vita del paziente. Ogni caso è a se e quindi il nostro consiglio è di rivolgersi da un parodontologo di fiducia per affrontare le cure del caso.

Ti potrebbe interessare

Il giorno 22 sono stato dal dentista per il solito controllo annuale.

Gent.mo Massimiliano, Il parere prescindendo da una valutazione clinica in questi casi diventa difficilmente preciso. Pertanto, le consigliamo di seguire le indicazioni del suo dentista o laddove lo ritenga opportuno per mancata effica...

Credo di soffrire di alitosi ma non credo che il problema sia solamente orale.

Gent.ma Francesca, l’alitosi può originare dalla presenza di aree di accumulo batterico dentò-gengivali, dal pavimento linguale o anche da alterazioni/problematiche del tratto gastro esofageo. È opportuno partire da una visita odontoia...

Ho problemi di recessione gengivale. Cosa potrei assumere per rinforzare le mie gengive?

Gent.ma Antonella, I problemi di recessione gengivale possono avere cause di vario genere. Spesso addirittura, risultano essere l’esito di traumi autoindotti durante uno spazzolamento non adatto, altre volte esito di un processo infiam...

Infiammazione dove ancora non è spuntato il dente del giudizio, può essere pericoloso?

Gent.ma Daniela, problematiche annesse all'eruzione (l'uscita) dei denti del giudizio sono molto frequenti e spesso, a causa della mancanza di spazio, vengono a crearsi infiammazioni della gengiva intorno con pericoronite o tasche paro...

Fastidio dopo otturazione, è normale?

Gent.ma Elena, verosimilmente il dente avrebbe iniziato a darle fastidio di lì a poco anche se il dentista non lo avesse curato. Probabilmente è stato un tentativo estremo di proteggere la polpa, ovvero il nervo, molto vicina all'ottur...

Infiammazione dopo rimozione di un dente, come risolvere?

Gent.ma Sig.ra Ylenia, le consigliamo vivamente un controllo specialistico odontoiatrico clinico e radiologico per approfondire la questione e la reale problematica. Nell'attesa di prenotare una visita, le consigliamo di utilizzare pro...

Dopo l’estrazione ho ancora i punti, cosa devo fare?

Gent.ma Sig.ra Barbara, Una visita di controllo è assolutamente consigliabile. I punti riassorbibili ci mettono 20 gg a riassorbirsi, ma a volte ci mettono qualche tempo in più, pertanto, è importante capire il perché. Anche se non cre...

Dopo l’otturazione di due colletti dentali ho dolore, cosa devo fare?

Gent.ma Sig.ra Maria Teresa, Sicuramente avrebbero iniziato a dare fastidio di lì a poco anche se il dentista non li avesse curati. Probabilmente è stato un tentativo estremo di proteggere il nervo quasi scoperto dal colletto eroso. La...