Alitosi a causa dell’apparecchio fisso, come risolvere?

Alitosi a causa dell’apparecchio fisso, come risolvere?

Fabrizio G. L'Aquila

DOMANDA COMPLETA

Prima di mettere l’apparecchio fisso non soffrivo di alitosi poi una volta messo ho cominciato a soffrirne e pensavo che una volta tolto sarebbe passato invece ora che l’ho tolto continuo ad avere alitosi. Che posso fare?

Risposta:

Gent. Sig. Fabrizio,

le terapie ortodontiche normalmente durano qualche mese e necessariamente inducono variazioni nell’alimentazione (sia per dolorabilità legata al movimento dentale, sia per i fastidi legati alle difficoltà igieniche che un apparecchio fisso comporta: tanti rinunciano alle fibre perché restano attaccate ai bracketts…). Potrebbe pertanto essersi verificata una variazione della componente microbica del cavo orale.

È importante che la dieta sia molto varia, con abbondante consumo di frutta e verdura fresca, è buona norma ridurre quanto più possibili alimenti confezionati e bere molta
acqua. Fondamentale sarà una visita odontoiatrica per scongiurare che non vi siano problemi di malattia parodontale e sottoporsi a sedute di igiene orale con frequenza indicata dall’odontoiatra curante.

Un accumulo eccessivo di placca e tartaro, infatti, comporta a sua volta un accumulo di batteri che possono essere causa di alitosi. Lavare tre volte al giorno i denti (cioè dopo i pasti principali) e usare un collutorio due sere a settimana, senza dimenticare di usare filo interdentale e/o scovolini interdentali, sono norme date per assunte.

Grazie per averci contattato.

Potrebbero interessarti

L'esperto risponde

Hai una domanda sulla salute della tua bocca?

Emoform in collaborazione con l'Istituto Stomatologico Italiano ti fornisce tutto il supporto di cui hai bisogno.

a cura di

ISI

L’ISI, Istituto Stomatologico Italiano, dal 1908 rappresenta la storia dell’Odontoiatria italiana.
E' il punto di riferimento costante tra lo sviluppo di competenze scientifiche e le esigenze e le cure dei pazienti.