Gengivite e parodontite: le condizioni di rischio

Gengivite e parodontite: le condizioni di rischio

A cura di Emoform

Contatta

La gravità dei problemi gengivali, che possono andare dalla Gengivite alla Parodontite, sono direttamente correlati con cattive condizioni di igiene orale e influenzati dalla risposta dell’organismo all’infiammazione.

La risposta dell’organismo al processo infiammatorio è a sua volta collegata ad una molteplicità di fattori. Le principali condizioni che influenzano la risposta dell’organismo all’infiammazione gengivale, producendo un rischio accentuato di Gengivite e/o Parodontite sono tre.

 

La gravidanza

Con le sue variazioni ormonali, può causare infiammazioni alle gengive ed un maggior rischio di accumulo di placca e quindi di Gengivite o Parodontite. Nel periodo della gravidanza dunque, è sicuramente opportuno fare attenzione, fra le altre cose, alla salute delle proprie gengive, svolgendo un’ancor più accurata igiene orale, e sottoponendosi a visite odontoiatriche regolari.

 

I soggetti diabetici

Specie quelli affetti da diabete mellito di tipo I e tipo II, sono particolarmente a rischio di Gengivite e Parodontite. Il rischio è persino maggiore quando il livello della glicemia non è tenuto sotto controllo. Infatti l’entità della placca batterica può essere maggiore se l’iperglicemia non è controllata, determinando un maggior rischio di malattie parodontali. Dunque è pertanto vivamente consigliato tenere sotto controllo il livello glicemico, e sottoporsi a regolari controlli dal proprio specialista di fiducia.

 

I fumatori

Infine l’ultima categoria di soggetti fortemente a rischio Gengivite e Parodontite sono i fumatori. Il motivo per il quale i fumatori presentano una maggior incidenza delle malattie parodontali è un maggior accumulo della placca batterica e del tartaro con conseguente formazione di tasche parodontali. Inoltre il fumo può rallentare anche i processi di guarigione dei tessuti, rendendo i risultati della terapia meno prevedibili.

 

In tutti i casi di aumentato rischio di malattie parodontali è consigliabile prestare particolare attenzione alla salute delle proprie gengive, effettuando una profonda igiene orale personale almeno 2 volte al giorno, e sottoponendosi all’igiene orale professionale almeno ogni 4-6 mesi. 

Potrebbero interessarti

L'esperto risponde

Hai una domanda sulla salute della tua bocca?

Emoform in collaborazione con l'Istituto Stomatologico Italiano ti fornisce tutto il supporto di cui hai bisogno. Le domande inviate durante il periodo estivo saranno pubblicate sul sito a partire dal 3 settembre.

a cura di

ISI

L’ISI, Istituto Stomatologico Italiano, dal 1908 rappresenta la storia dell’Odontoiatria italiana.
E' il punto di riferimento costante tra lo sviluppo di competenze scientifiche e le esigenze e le cure dei pazienti.