Gengive infiammate: sintomi, cause e rimedi infiammazione gengivale

A cura di Emoform

Contatta

Le gengive infiammate, o infiammazione gengivale, rappresentano uno dei problemi più comuni quando si parla di salute orale. La sua incidenza viene stimata da diversi studi fra il 50-70%.
Ma quali sono i sintomi delle gengive infiammate? Perché sorge un’infiammazione gengivale? E come si possono prevenire e curare le gengive infiammate?

Sintomi gengive infiammate

I sintomi più comuni quando si parla di gengive infiammate sono sanguinamento, dolore, gonfiore e arrossamento della gengiva. Questi sintomi si possono riscontrare spesso durante lo spazzolamento, momento nel quale l’infiammazione gengivale quindi è più facilmente riscontrabile.

Le gengive infiammate possono presentarsi insieme ad altre patologie, tra cui: recessione gengivale, parodontite e scorbuto.

Le cause dell’infiammazione gengivale

gengive infiammateLa causa più comune dell’infiammazione gengivale è l’accumulo di placca e tartaro generato da una non corretta igiene domiciliare e/o una mancata igiene professionale. Infatti i batteri presenti nel cibo e nella saliva tendono ad accumularsi sul margine gengivale, e se non correttamente rimossa la placca batterica si accumula e si trasforma in tartaro, dando luogo all’infiammazione gengivale.
Altre cause di gengive infiammate possono essere:

  • Farmaci – alcuni farmaci possono avere effetti sull’afflusso di sangue alle gengive o sulla secrezione di saliva, generando gonfiore, sensibilità ed accumulo di batteri.
  • Gravidanza – le variazioni ormonali tipiche della gravidanza possono dar luogo ad infiammazioni gengivali a causa di un maggior afflusso di sangue alle gengive.
  • Fumo – il tabacco favorisce la formazione di placca e tartaro, principali responsabili delle gengive infiammate.
  • Diabete e problemi cardiovascolari possono avere effetti sull’infiammazione gengivale

Igiene orale in caso di gengive infiammate

Se ti rendi conto di avere un’infiammazione gengivale o hai una tendenza conclamata puoi adottare alcuni comportamenti che tengono sotto controllo il problema:

  1. Lava delicatamente i denti dopo ogni pasto, con spazzolini a setole morbide/medie.
  2. Passa tutti i giorni il filo interdentale, sempre con delicatezza per non peggiorare l’irritazione.
  3. Fai degli sciacqui una volta al giorno con un collutorio come Aqua Emoform che aiuta a ridurre temporaneamente l’infiammazione.
  4. Evita l’uso di tabacco.

gengive infiammate

Prevenzione e cura delle Gengive infiammate

I principali alleati nella cura e nella prevenzione delle infiammazioni gengivali sono sicuramente l’igiene domiciliare e l’igiene professionale. Infatti l’igiene domiciliare quotidiana, eseguita correttamente almeno 2 volte al giorno, elimina la placca batterica; mentre l’igiene professionale eseguita una volta ogni 4-6 mesi aiuta a rimuovere il tartaro.

In casi più avanzati di infiammazioni gengivali vengono spesso prescritti dal dentista cicli di sciacqui con collutori a base di clorexidina. Infine un “rimedio della  nonna “contro le gengive infiammate è rappresentato da acqua e sale, in quanto Sali hanno un’azione decongestionante e antiedematosa. Per questo in caso di gengive infiammate viene suggerito l’utilizzo di dentifrici a base di Sali, come Neo Emoform.

La dieta è molto importante per la prevenzione delle infiammazioni gengivali:

  • assumere tanta frutta e verdura, in quanto ricca di antiossidanti;
  • mangiare alimenti ricchi di vitamina C;
  • mangiare verdura cruda, in quanto alleata nella pulizia del cavo orale.

Esistono inoltre dei comportamenti da evitare per prevenire le infiammazioni gengivali:

  • Seguire una dieta povera di vitamine o di calcio.
  • Rosicchiare penne, matite o unghie, cosa che oltre a favorire le infiammazioni alle gengive, rovina anche lo smalto dei denti.
  • Attendere troppo tempo dopo i primi sintomi per rivolgersi a uno specialista.
  • Fumare e bere alcolici, che, tra le tante cose, compromettono anche la salute del cavo orale.
  • Spazzolare i denti in maniera troppo energica.