Gengivite e Parodontite

Gengivite e Parodontite

A cura di Dott. Francesco Patti

Dott. Francesco Patti
Via San Lorenzo 93 - 90146 Palermo (PA)
09168882371-3387494036

Contatta

Gengivite e Parodontite

La gengivite è un processo infiammatorio a causa del quale le gengive si gonfiano, si arrossano, diventano sensibilissime al tatto, sanguinano al contatto con lo spazzolino o con il filo interdentale e provocano dolore all’atto della masticazione.

La parodontite è un’infezione profonda dei tessuti di sostegno del dente che può portare alla perdita di uno o più denti ed aumentare il rischio di sviluppare altre patologie sistemiche.

A volte capita che le gengive si arrossino, sanguinino o diano fastidio. All’origine di ciò molte volte c’è solo un’infiammazione superficiale e transitoria come una gengivite. Altre volte invece sintomi simili, anche molto lievi o addirittura impercettibili, celano un problema più serio: una parodontite che consiste in un’infezione profonda dei tessuti di sostegno del dente, che può portare alla perdita di uno o più denti e aumentare il rischio di sviluppare altre patologie sistemiche.

Cause di gengivite e parodontite

I residui di cibo che si fermano tra i denti o tra i denti e le gengive permettono ai batteri che colonizzano la nostra bocca di formare la placca, patina di tessuto incolore che ricopre la superficie del dente. Se la placca non viene rimossa regolarmente con lo spazzolino, il dentifricio ed il filo interdentale si trasforma in tartaro che si accumula sul dente ed in particolare alla base del dente. Essendo il tartaro uno strato solido e calcificato può essere rimosso solamente dal dentista. La placca e il tartaro sono la principale causa della gengivite.

Che differenza c’è tra gengivite e parodontite?

La parodontite è una malattia dei tessuti di supporto del dente (gengiva-legamento parodontale-osso). Si tratta di una patologia infettiva causata da particolari batteri che si annidano nelle tasche e nei solchi gengivali che determinano un’infiammazione persistente che causa il deterioramento progressivo delle strutture di sostegno del dente fino a causarne la caduta. La probabilità di soffrire di questa patologia varia tra le persone perché un ruolo chiave è dato dalla predisposizione, su base genetica, a ospitare nella bocca i microrganismi patogeni che la provocano e la contemporanea incapacità del sistema immunitario di contrastarli.

La gengivite, come dice la parola stessa, indica un’infiammazione della gengiva. Questa è reversibile ed una volta superata la fase acuta, mediante accurato trattamento igienico professionale e domiciliare, la gengivite non lascia segni, si ha la guarigione completa. La parodontite, invece, è l’infiammazione di tutti i tessuti di sostegno del dente ed il danno che crea è irreversibile.E’ ormai noto che una gengivite non curata può portare ad un quadro di parodontite.

Come si cura la parodontite

Il trattamento delle parodontiti avviene in 3 fasi:

  1. La prima è una terapia diretta a rimuovere la causa, quindi l’infezione, con la pulizia profonda delle radici dei denti che presentano tasche per eliminare i batteri causa della patologia  Vengono utilizzati anche degli antisettici orali sia durante il trattamento professionale sia nei giorni successivi. Così facendo si elimina l’infezione; il paziente però deve essere motivato e collaborare impegnandosi, curando quotidianamente l’igiene orale (seguendo le istruzioni dell’Odontoiatra) ed evitando fattori promuoventi come il fumo.
  2. La seconda fase prevede una rivalutazione e, se la malattia è stabilizzata, si procede con le altre cure odontoiatriche necessarie (otturazioni, protesi).
  3. La terza fase è costituita dal mantenimento: questa riguarda tutti i pazienti ed è sempre essenziale.

Potrebbero interessarti

L'esperto risponde

Hai una domanda sulla salute della tua bocca?

Emoform in collaborazione con l'Istituto Stomatologico Italiano ti fornisce tutto il supporto di cui hai bisogno. Le domande inviate durante il periodo estivo saranno pubblicate sul sito a partire dal 3 settembre.

a cura di

ISI

L’ISI, Istituto Stomatologico Italiano, dal 1908 rappresenta la storia dell’Odontoiatria italiana.
E' il punto di riferimento costante tra lo sviluppo di competenze scientifiche e le esigenze e le cure dei pazienti.