Gengivite: cause, sintomi e soluzioni

Gengivite: cause, sintomi e soluzioni

A cura di Dott. Vittorio Campolo

CAMPOLO
VIA G. GARIBALDI N. 150 - 98121 MESSINA (ME)
090/3710171

Contatta

Il Dr. Vittorio Campolo ci illustra le caratteristiche proprie della gengiva spiegandoci i motivi alla base della gengivite.

La gengiva è quella parte della mucosa orale che fodera l’osso alveolare e, insieme al legamento alveolare, attaccandosi ai denti impedisce ai batteri di aggredire l’osso. La gengiva sana ha aspetto roseo, consistenza duro-elastica e il classico aspetto a “buccia d’arancia”.

La gengivite si manifesta maggiormente nei giovani adulti dai 18 ai 30 anni preferibilmente maschi con scarsa igiene orale. L’accumulo di placca batterica, per insufficiente o scarsa igiene orale, di solito causa entro 2/4 giorni infiammazione della gengiva comportando, progressivamente: arrossamento, gonfiore, distacco dal dente, fuoriuscita dal solco di liquido biancastro infiammatorio e sanguinamento.

Il sanguinamento gengivale è l’aspetto più noto ed eclatante della gengivite: all’inizio si manifesta solo in seguito allo spazzolamento, e questo porta il paziente a spazzolare di meno i denti, e, infine anche spontaneamente.

La placca, con la sua componente batterica, è l’indiscusso fattore scatenante e responsabile della gengivite che, se trascurata inizialmente e non trattata adeguatamente poi, evolve diventando emorragica e infine necrotica.

Oltre alla placca batterica altri fattori concausali sono tipicamente: abuso di nicotina, stress, problematiche ortodontiche e, specialmente nelle donne, le modificazioni ormonali.

Il fastidioso senso di tensione gengivale e il dolore sono i principali sintomi della gengivite. L’aspetto più eclatante della gengivite, che in alcuni casi comporta anche problematiche relazionali, è l’alitosi.

L’igiene orale, con una corretta metodica di spazzolamento, l’uso di dentifrici specifici antiplacca, il supporto di presidi igienici di secondo livello, quali filo interdentale, scovolino e colluttorio antiplacca, è, quindi, il primo passo per mantenere sane le gengive.

Potrebbero interessarti

L'esperto risponde

Hai una domanda sulla salute della tua bocca?

Emoform in collaborazione con l'Istituto Stomatologico Italiano ti fornisce tutto il supporto di cui hai bisogno.

a cura di

ISI

L’ISI, Istituto Stomatologico Italiano, dal 1908 rappresenta la storia dell’Odontoiatria italiana.
E' il punto di riferimento costante tra lo sviluppo di competenze scientifiche e le esigenze e le cure dei pazienti.