Pulizia della lingua, una valida alleata contro l’alitosi

A cura di Emoform

Contatta

Tra alitosi e scarsa igiene orale c’è una correlazione molto stretta, tuttavia è altrettanto importante prendere in considerazione la microflora che si forma sulla lingua.

Come la placca batterica infatti, la microflora linguale produce sostanze responsabili dell’alitosi: la patina linguale trattiene microrganismi che influenzano la flora batterica dell’intero cavo orale. Per questo non basta solo spazzolare i denti ma è fondamentale raggiungere e detergere anche parti del cavo orale alle quali comunemente non prestiamo molta attenzione come, appunto, la superficie della lingua.

La pulizia della lingua rallenta la formazione e l’accumulo di placca batterica, riducendo anche il rischio di carie e gengivite. Il brushing linguale si può effettuare sia utilizzando uno spazzolino standard sia un apposito raschietto linguale.

Se usi uno spazzolino tradizionale:

  • Posizionalo in senso orizzontale;

  • Tieni l’impugnatura perpendicolare alla linea centrale della lingua;

  • Tira fuori bene la lingua, per raggiungere con le setole la parte posteriore del dorso linguale, dove si concentra il maggior numero di batteri;

  • Spazzola con una leggera pressione verso la punta della lingua;

  • Prediligi uno spazzolino a setole morbide.

Se usi il raschietto:

  • Passalo sulla lingua avanti e indietro con un movimento lieve e costante;

  • Procedi dall’interno verso la punta della lingua.

Ti potrebbe interessare