Alitosi e fumo

Alitosi e fumo

A cura di Emoform

Contatta

Il fumo, oltre a provocare l’irritazione dei tessuti e a determinare l’aumento dei rischi di malattie parodontali, è una delle principali cause dell’alitosi poiché provoca una riduzione della saliva.

Non solo, anche il tabacco, aderendo ai denti e alle mucose della bocca contribuisce alla proliferazione dei batteri e all’insorgere dell’alitosi.

Fumo e alito fresco non vanno molto d’accordo ma con alcune semplici precauzioni si può sensibilmente diminuire l’alito cattivo causato dalla sigaretta. Ecco quali:

  • Lavare sempre i denti dopo aver fumato dedicando a questa operazione almeno 3 minuti;
  • Usare il filo interdentale almeno una volta al giorno;

Provare a ridurre il numero di sigarette attraverso semplici espedienti, ad esempio:

  • Programmare “le pause sigaretta”, evitare di fumare immediatamente prima di un incontro o appuntamento, etc;
  • Cercare alternative alla sigaretta, ad esempio chewing-gum alla nicotina, cerotti alla nicotina o sigarette elettroniche.

Scopri di più sulle cause della parodontite, leggi altri contenuti del blog!

Potrebbero interessarti

L'esperto risponde

Hai una domanda sulla salute della tua bocca?

Emoform in collaborazione con l'Istituto Stomatologico Italiano ti fornisce tutto il supporto di cui hai bisogno. Le domande inviate durante il periodo estivo saranno pubblicate sul sito a partire dal 3 settembre.

a cura di

ISI

L’ISI, Istituto Stomatologico Italiano, dal 1908 rappresenta la storia dell’Odontoiatria italiana.
E' il punto di riferimento costante tra lo sviluppo di competenze scientifiche e le esigenze e le cure dei pazienti.