Guida al corretto utilizzo del collutorio

Guida al corretto utilizzo del collutorio

A cura di Emoform

Contatta

Un utilizzo corretto del collutorio, oltre a rinfrescare l’alito può aiutare a prevenire la carie e trattare la gengivite.

Dopo aver scelto il prodotto più adatto alle tue esigenze, usalo una volta al giorno dopo aver spazzolato i denti, o più spesso qualora il tuo dentista ti indicasse di farlo.

 

Ecco le principali tipologie di collutorio che puoi trovare in commercio.

  • Collutorio cosmetico: ideale per il risciacquo della bocca dopo i pasti. Ha la stessa funzione di una mentina o di un chewing gum. Se soffri di alitosi il collutorio cosmetico diminuirà temporaneamente il cattivo odore ma non ucciderà i batteri che lo producono.
  • Collutorio antimicrobico: per combattere efficacemente i batteri della bocca scegli un collutorio che contenga agenti antimicrobici per ridurre la placca e aiutare a combattere la gengivite.
  • Collutorio a base di fluoro: ideale per ridurre le lesioni che portano alla formazione di carie. 

 

Se hai un’infezione o un disturbo specifico, il tuo medico o il tuo dentista possono prescriverti un tipo particolare di collutorio. Usalo sempre in base alle indicazioni che ti vengono date dallo specialista e, più in generale, consulta sempre le istruzioni che ti sono state date con la prescrizione per conoscere il dosaggio e gli effetti collaterali. 

 

Potrebbero interessarti

L'esperto risponde

Hai una domanda sulla salute della tua bocca?

Emoform in collaborazione con l'Istituto Stomatologico Italiano ti fornisce tutto il supporto di cui hai bisogno. Le domande inviate durante il periodo estivo saranno pubblicate sul sito a partire dal 3 settembre.

a cura di

ISI

L’ISI, Istituto Stomatologico Italiano, dal 1908 rappresenta la storia dell’Odontoiatria italiana.
E' il punto di riferimento costante tra lo sviluppo di competenze scientifiche e le esigenze e le cure dei pazienti.