Gengive infiammate: sintomi, cause e rimedi infiammazione gengivale

Gengive infiammate: sintomi, cause e rimedi infiammazione gengivale

A cura di Emoform

Contatta

Le gengive infiammate, o infiammazione gengivale, rappresentano uno dei problemi più comuni quando si parla di salute orale. La sua incidenza viene stimata da diversi studi fra il 50-70%.
Ma quali sono i sintomi delle gengive infiammate? Perché sorge un’infiammazione gengivale? E come si possono prevenire e curare le gengive infiammate?

Sintomi gengive infiammate

I sintomi più comuni quando si parla di gengive infiammate sono sanguinamento, dolore, gonfiore e arrossamento della gengiva. Questi sintomi si possono riscontrare spesso durante lo spazzolamento, momento nel quale l’infiammazione gengivale quindi è più facilmente riscontrabile.

Le cause dell’infiammazione gengivale

La causa più comune dell’infiammazione gengivale è l’accumulo di placca e tartaro generato da una non corretta igiene domiciliare e/o una mancata igiene professionale. Infatti i batteri presenti nel cibo e nella saliva tendono ad accumularsi sul margine gengivale, e se non correttamente rimossa la placca batterica si accumula e si trasforma in tartaro, dando luogo all’infiammazione gengivale.
Altre cause di gengive infiammate possono essere:

  • Farmaci – alcuni farmaci possono avere effetti sull’afflusso di sangue alle gengive o sulla secrezione di saliva, generando gonfiore, sensibilità ed accumulo di batteri.
  • Gravidanza – le variazioni ormonali tipiche della gravidanza possono dar luogo ad infiammazioni gengivali a causa di un maggior afflusso di sangue alle gengive.
  • Fumo – il tabacco favorisce la formazione di placca e tartaro, principali responsabili delle gengive infiammate.
  • Diabete e problemi cardiovascolari possono avere effetti sull’infiammazione gengivale.

Prevenzione e cura delle Gengive infiammate

I principali alleati nella cura e nella prevenzione delle infiammazioni gengivali sono sicuramente l’igiene domiciliare e l’igiene professionale. Infatti l’igiene domiciliare quotidiana, eseguita correttamente almeno 2 volte al giorno, elimina la placca batterica; mentre l’igiene professionale eseguita una volta ogni 4-6 mesi aiuta a rimuovere il tartaro.

In casi più avanzati di infiammazioni gengivali vengono spesso prescritti dal dentista cicli di sciacqui con collutori a base di clorexidina.
Infine un “rimedio della  nonna “contro le gengive infiammate è rappresentato da acqua e sale, in quanto Sali hanno un’azione decongestionante e antiedematosa. Per questo in caso di gengive infiammate viene suggerito l’utilizzo di dentifrici a base di Sali, come Neo Emoform.

 

Potrebbero interessarti

L'esperto risponde

Hai una domanda sulla salute della tua bocca?

Emoform in collaborazione con l'Istituto Stomatologico Italiano ti fornisce tutto il supporto di cui hai bisogno.

a cura di

ISI

L’ISI, Istituto Stomatologico Italiano, dal 1908 rappresenta la storia dell’Odontoiatria italiana.
E' il punto di riferimento costante tra lo sviluppo di competenze scientifiche e le esigenze e le cure dei pazienti.